Trieste…che spettacolo!

Archive for febbraio 3rd, 2011

Il 6 febbraio 2011 alle ore 17.30 La Barcaccia presenta:

IL DIAVOLO E L’ACQUA SANTA

testo e regia di Armando Carrara

LA BUCA DEL DIAVOLO (TV)

Difficile spiegare cosa era per noi Don Giuseppe… Luiin paradiso ci avrebbe cacciato per forza, con rabbia,come a chiudere dentro al recinto delle bestie testarde…E poi quando ti andavi a confessare ti dava lapace dell’anima uno che ti dice, con quell’autorità, tiassolvo, va in pace. Io penso che era una religione chefaceva forte la nostra gente, la quale altrimenti sarebbestata molto più infelice.. Imparate a non giudicaremai i balordi e i poveri che forse sono tra i migliori cheabbiamo.Il diario di un curato di campagna alle prese con i contadinie i montanari di un veneto ormai remotissimo asoli pochi decenni di distanza. Lo spettacolo nasceprima di tutto da un profondo rispetto verso un passatonel quale si possono leggere sia le radici di un benessererecente, quanto le preoccupazioni e le ansie chequesto benessere accompagnano. La voce di un ‘DonGiuseppe’ ideale si fa sentire dal pulpito, forte ed autorevole,umana e investita di una missione di ‘pastore’intesa quasi letteralmente. Ad essa fanno da contrastole voci dei parrocchiani in confessione, le lettere deiparrocchiani emigrati, in un mosaico di storie con la sminuscola ricamare col filo della memoria. Ne risultauna cultura in cui il rapporto con Dio è un terminecostante di riferimento in una esistenza a stretto contattocon bisogni ed elementi primari, umido e secco,donne ed uomini, piante ed animali, vita e morte.

Per maggiori informazioni di info sullo spettacolo La Barcaccia (fonte delle info e foto qui sopra)

Annunci

Il 5 e 7  febbraio  al Teatro Miela continuano gli appuntamenti con:

Mi&LAB
microfestival su scienza, musica, arte, filosofia e tecnologia
II edizione 2011 – prima parte

5 febbraio:

ore 19.00
LULU ON THE BRIDGE
di Paul Auster; con Harvey Keitel, Mandy Patinkin, Vanessa Redgrave, Mira Sorvino, Willem Dafoe
USA, 1998, col., 103′, versione originale sott.it.

Izzy, sassofonista jazz di successo, si becca una pallottola nel polmone. Il colpo è stato sparato da uno squilibrato entrato all’improvviso nel locale. Sopravvive, ma non potrà più suonare, e, disperato, si vede costretto a cambiare vita. Per caso una notte, trovatosi di fronte il cadavere di un uomo, gli porta via una valigetta dalla quale tira fuori una pietra dai poteri magici e un numero di telefono. Entra così in contatto con Celia, una ragazza che lavora in un ristorante ma vuole fare l’attrice. Izzy si innamora di Celia e riesce a farle ottenere il ruolo principale in un nuovo allestimento de ‘Il vaso di Pandora’. Per le prove Celia si trasferisce a Dublino e da lì chiama per telefono Izzy, senza mai trovarlo. Izzy è caduto prigioniero di un misterioso individuo, che vuole entrare in possesso della pietra e gli dimostra di conoscere tutti gli episodi della sua vita, rinfacciandogli i cattivi rapporti con la famiglia. Superando uno stato di forte pressione psicologica, Izzy riesce a fuggire, mentre Celia, in preda al dolore, si uccide, gettandosi in un fiume. Ma ecco che ritorna la situazione iniziale: colpito dal proiettile, Izzy viene portato via a braccia. Sull’ambulanza, muore nella corsa in direzione dell’ospedale.

ore 21.00
LA MUSICA DEL CASO (The Music Of Chance)
di Philip Haas; con Charles Durning, Chris Penn, Mandy Patinkin, James Spader, Samantha Mathis
USA, 1993, col., 94′, versione originale sott.it.

Viaggiando attraverso l’America, Nashe, ex pompiere che ha ricevuto una grossa eredità, conosce Pozzi, un giocatore d’azzardo, e diventano amici. Pozzi propone a Nashe di finanziarlo in una partita contro due eccentrici miliardari, Flower e Stone, per cercare di riguadagnare i soldi perduti, ma il tentativo di barare di Pozzi porterà entrambi gli amici a bizzarre conseguenze.

7 febbraio:

LO STATUTO DEL CASO
parliamone con Eörs Szathmáry, Mauro Barberis, Aldo Schiavone e Stefano Baroni, il tutto sotto l’orchestrazione dello scrittore triestino Giuseppe O.Longo e del giornalista Fabio Pagan.

Ideazione di Stefano Fantoni e Stefano Baroni

Il caso è solo ciò che non si conosce oppure una categoria del pensiero dotata di uno statuto, che si fonda su regole e algoritmi? Processi evolutivi che sembrano regolati dal caso e dalla probabilità percorrono trasversalmente quasi tutte le aree del sapere, dalle scienze dure alla biologia, dalla storia al diritto. Anche lo sviluppo della tecnologia sembra seguire schemi basati sul caso.
Tutto ciò sarà oggetto di dibattito tra due scienziati e due umanisti: l’evoluzionista biologico, Eors Szathmary e il fisico teorico Stefano Baroni da una parte e lo storico Aldo Schiavone e il giurista Mauro Barberis dall’altra. Il tutto sotto l’orchestrazione dello scrittore triestino Giuseppe Longo.

Per maggiori informazioni sull’evento Teatro Miela (fonte delle info e foto qui sopra)



Seguici su TWITTER

Seguici su FACEBOOK

DOVE SONO I TEATRI???

Archivio

febbraio: 2011
L M M G V S D
« Gen   Mar »
 123456
78910111213
14151617181920
21222324252627
28  

VISITE

iscrizione a Paperblog

Annunci