Trieste…che spettacolo!

Archive for the ‘L’Armonia’ Category

Sarà il Teatrino Franco e Franca Basaglia del Parco di San Giovanni (Via E.Weiss, 13) ad ospitare la nuova e ormai 27sima Stagione del
Teatro in Dialetto Triestino. Quest’anno infatti L’Armonia ha dovuto trasferirsi dalla tradizionale location di via Anianan per l’impossibilità di mettere a disposizione del pubblico l’area da sempre adibita a parcheggio a causa di lavori. Questo non ha fermato la passione e il brio di chi ama il teatro e il patrimonio culturale di Trieste, rappresentato appunto dal suo dialetto, e in collaborazione con la Provincia di Trieste si è trovata una soluzione. “Lasciare la strada vecchia per la nuova è sempre una sfida contro il tempo e gli eventi, purtroppo non c’era alternativa” afferma un po’ rammaricato il Presidente de L’Armonia Bruno Cappelletti “grazie all’Amministrazione Provinciale che ci è stata vicina e ci incoraggia a continuare il nostro lavoro affrontiamo però con rinnovato entusiasmo una nuova avventura, certi che il sostegno dei nostri affezionati amici non ci mancherà”. Il nuovo calendario vede 9 divertenti commedie che accompagneranno e strapperanno un sorriso agli spettatori per i prossimi sei mesi

  • 7-8-9 / 14-15-16 ottobre 2011 “Quiproquo” da un’idea di Aldo Nicolaj – commedia in dialetto triestino di Marisa Gregori e Silvia Grezzi – regia di Silvia Grezzi
  • 21-22-23 /28-29-30 ottobre 2011 Acorus Lain commedia musicale in due atti di Stefano Volo
  • 04-05-06 /11-12-13 novembre 2011 “Una cheba de matti” testo e regia di Bruno Cappelletti
  • 18-19-20/25-26-27 novembre 2011 Ma…chi te son ti? regia Luciano Volpi
  • 13-14-15 /20-21-22 gennaio 2012 “Tre strani Nadai” regia Riccardo Fortuna
  • 27-28-29 gennaio 2012 03-04-05 febbraio 2012 Quella strana … malattia regia di Paolo Pipan
  • 10-11-12 /17-18-19 febbraio 2012 Più Sorzi che trapole regia di Nevio Eramo
  • 24-25-26 /2-3-4- marzo 2012 Cladestin a Bordo regia Paolo Dalfovo
  • 09-10-11/16 -17 -18 marzo 2012 Fantasmi. Amore e … Valeriana regia Julian Sgherla

Da ricordare anche il consueto appuntamento con il Festival Internazionale Ave Ninchi che raggiunge questo
dicembre la sua 19sima edizione e che presenterà al Teatro Miela i migliori spettacoli amatoriali proposti nel corso dell’anno 2011 nei dialetti giuliani, istro-veneti e veneti. Ottime notizie sul fronte abbonamento; anche quest’anno
infatti, in barba alla crisi, l’Associazione ha deciso di non aumentare i prezzi e di rinunciare all’abbonamento intero per offrire a tutti un unico abbonamento ridotto al prezzo di E 57,00. Per maggiori informazioni tel 040.660428 o www.teatroarmonia.it (la domenica bus
apposito da Piazzale Gioberti Linea 12-Teatrino)

 

Venerdì 15 luglio 2011, alle ore 21.15, presso la piazza di Aurisina Cave (davanti al Municipio di Duino Aurisina – TS) nell’ambito della manifestazione “SERATE D’ESTATE SOTTO LE STELLE” promossa dal Comune di Duino Aurisina,
L’ARMONIA presenta il primo appuntamento con il “Festival Internazionale AVE NINCHI Teatro nei Dialetti del Triveneto e dell’Istria – ESTATE 2011”.

In scena la Compagnia Teatrale LA GOLDONIANA – F.I.T.A. (San Stino di Livenza – VE) con “I RUSTEGHI” di Carlo Goldoni, regia di Gianni Visentin.

 

Il testo è un perfetto meccanismo teatrale nel quale Goldoni dà modo agli attori di prodursi in ampi monologhi: Margherita, Felice, Marina e Lucietta filosofeggiano, divertendo gli spettatori, sulla condizione femminile e sulle aspettative matrimoniali; Lunardo, con una animosità che preannuncia la sconfitta, sostiene (anche per conto degli altri rusteghi suoi compari) le ragioni di una società antiquata e la visione di una famiglia dove il maschio (marito-padre) è tiranno. La regia accompagna la cadenza drammaturgica che dal monologo si apre alle vivaci scene di gruppo, per tornare alle considerazioni del personaggio che trae le conclusioni. Così fa appunto la signora Felice quando alla fine invita tutti ad un brindisi, chiamando idealmente gli spettatori ad unirsi agli attori.  La scenografia (casa di Lunardo e casa di Simon) rende con linee, colori ed arredo, l’atmosfera delle case borghesi della seconda metà del ‘700.

Per maggiori informazioni L\’Armonia (fonte del comunicato e delle immagini)

 

 


Ritorna la sesta edizione del Festival Internazionale AVE NINCHI Teatro nei Dialetti del Triveneto e dell’Istria – ESTATE 2011” che avrà luogo dal 15 al 24 luglio 2011 presso la piazza di Aurisina Cave davanti al Municipio di Duino Aurisina (TS) ad ingresso gratuito.

Il progetto nasce a seguito dell’ottimo successo di pubblico e di critica che il Festival registra ormai da 18 anni nella
consueta versione invernale al teatro Miela di Trieste a dicembre, che dà l’occasione a L’ARMONIA di presentare al pubblico triestino i migliori spettacoli prodotti nel corso dell’anno dalle Compagnie teatrali amatoriali del Triveneto e dell’Istria. Dal 1997 il Festival è stato dedicato con affetto alla memoria dell’attrice Ave Ninchi,  figura intramontabile del Teatro e del Cinema italiano che aveva scelto Trieste come dimora dopo il ritiro dalle scene. Ave Ninchi si era avvicinata alla realtà de L’ARMONIA diventandone sua Presidente onoraria sin dal 1989.

A seguito degli importanti successi ottenuti dalla manifestazione, nel 2006 si è deciso di varare una nuova edizione estiva.

Fondamentali per L’ARMONIA sono state sia l’ospitalità e il sostegno del Comune di Duino Aurisina che ha caldeggiato il nascere dell’iniziativa, infatti ilFestival si svolge nell’ambito della manifestazione “SERATE D’ESTATE SOTTO LE STELLE” promossa dal Comune stesso, che il contributo finanziario che l’Assessorato alla Cultura dell’Amministrazione Municipale di Trieste ha voluto destinare in questi anni all’evento.

Il “Festival Internazionale AVE NINCHI Teatro nei Dialetti del Triveneto e dell’Istria – ESTATE 2011″ anche per questa sesta edizione ospiterà 4 commedie:

venerdì 15 luglio 2011 alle ore 21.15 si inizierà con la Compagnia Teatrale LA GOLDONIANA –  F.I.T.A. (San Stino di Livenza – VE) con “I RUSTEGHI”di Carlo Goldoni, regia di Gianni Visentin;

venerdì 22 luglio 2011 alle ore 21.15 ci sarà la Filodrammatica “Piasa Picia” della Comunità degli Italiani “Pasquale Besenghi Degli Ughi” di Isola (Slovenia) che presenterà la commedia “ODISSEA ISOLANA” testo e regia di Ruggero Paghi

sabato 23 luglio 2011 alle ore 21.15 sarà la volta del Gruppo Teatrale IL GABBIANO – F.I.T.A. (Trieste) con “NO XE BEL QUEL CHE XE BEL, MA XE BEL QUEL CHE…”  da “Il passo della pantera” di Aldo Nicolaj,  adattamento in dialetto triestino e regia di Riccardo Fortuna

domenica 24 luglio 2011 alle ore 21.15 chiuderà il Festival lo spettacolo musicale “CANTASTORIA” di e con Leo e Gerri Zannier, al pianoforte il maestro Tony Kozina, allestito dal Gruppo Teatrale AMICI DI SAN GIOVANNI – F.I.T.A. (Trieste)

Il “”Festival Internazionale AVE NINCHI Teatro nei Dialetti del Triveneto e dell’Istria – Estate 2011″ ricalcherà negli intenti la tradizionale edizione natalizia che presenta testi in dialetto giuliano, istriano o veneto. La parlata veneta è ben rappresentata nella nostra Regione nelle province di Trieste, Gorizia e Pordenone ed assieme ai dialetti del resto del Triveneto e dell’Istria rappresenta il gruppo linguistico più consistente in Italia, una famiglia di dialetti viva e profondamente radicata nella cultura della grande maggioranza della gente delle nostre terre, per le quali il Teatro, come già avvenuto in passato con grandissimi autori, continua ad essere un momento vivissimo.

Tutto ciò anche in considerazione del fatto che il nostro territorio provinciale ed i suoi palcoscenici rappresentano un traguardo ambito da tutte le Compagnie del Triveneto e dell’Istria che arrivano da noi con un numeroso seguito alla scoperta o riscoperta dell’area giuliana.

Il Festival, ad INGRESSO GRATUITO, si svolge con il contributo ed il patrocinio del Comune di Duino Aurisina, del Comune di Trieste – Assessorato alla Cultura e con il Patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

 

Dall’11 al 20 marzo l’Armonia presenta lo spettacolo: 

LA SALUTE XE UN’OPINION?

di Marisa Gregori e Silvia Grezzi

regia di Silvia Grezzi

Compagnia Teatrale QUEI DE SCALA SANTA F.I.T.A.
Lei è proprio sicuro di godere di buona salute? E allora che mi dice di quel doloretto lì… sì, proprio lì dove, sovrapensiero, ha appena appoggiato la mano… Non si sente tranquillo? Le gioverebbe una visita più approfondita? O un po’ di riposo?… Queste domande fanno piombare in uno stato di ansia e preoccupazione gli abitanti di un paesino del Carso perché a farle è il nuovo dottore, di tutt’altra pasta del vecchio medico bonaccione e di buon senso che è venuto a sostituire…

Per maggiori informazioni sullo spettacolo L\’Armonia (fonte delle info e foto)

Dal 25 al 27 febbraio 2 dal 4 al 6 marzo L’Armonia presenta

CHI BAZILA MORI

testo e regia di Giuliano Zannier

Gruppo Teatrale Amici di San Giovanni F.I.T.A.
“Chi bazila mori” è una delle più divertenti commedie di Giuliano Zannier che si inventa uno humor anglosassone molto vicino al matìo dei triestini, sfruttando le immense possibilità offerte dal dialetto per accentuarne la comicità. Vanno in scena la fantasia e la gioia di vivere di una straordinaria famiglia di triestini, guidati con saggezza e filosofia dal nonno, che ha rinunciato ai vantaggi di una vita agiata per seguire i sogni della gioventù.

Per maggiori informazioni L\’Armonia (fonte delle info e foto)

Dall’11 al 20 febbraio L’Armonia presenta:

TRA I LINZIOI

del Gruppo Fariteatro F.I.T.A.

testo e regia di Claudio Sigovich

Lo spettacolo, ambientato alla fine degli anni Settanta, racconta la storia di una coppia in crisi che rovina la serata e la notte di altre tre, fra le quali quella dei genitori di lui. Quattro coppie come specchio del cambiamento dei rapporti col passare del tempo: dai freschi sposini, tutti coccole e nomignoli, ai sessantenni dove se lei parla di una cosa lui risponde tutto altro. E in scena tre stanze da letto nelle quali, “tra i linzioi”, proveremo a capire i rapporti, le manie, i vizi dei personaggi e ci chiederemo quanto la nostra situazione sia in realtà distante dalla loro e, soprattutto, quale possa essere la soluzione.

Per maggiori informazioni sullo spettacolo l\’Armonia (fonte delle info e foto qui sopra)

Continua la stagione teatrale dell’Armonia. Il 28,29,30 gennaio e 4,5,6, febbraio sempre al Teatro Silvio Pellico la Compagnia Teatrale EX ALLIEVI DEL TOTI F.I.T.A. presenta:

EL MISTERO DE VIA SPORCAVILLA

di Bruno Cappelletti

Regia di Paolo Dalfovo

A Trieste, in Zitavecia, esisteva la via Sporcavilla. Qui, narrano le cronache, più di cinquant’anni fa avvenne un grave fatto di sangue, un delitto al quale si ispira questo “Mistero de via Sporcavilla”. Nella commedia niente sangue, naturalmente, ma un affettuoso sguardo ad una Trieste che non c’è più e un sorridente ricordo di ciò che, mezzo secolo fa, era Zitavecia. Sarà interessante seguire le indagini del povero brigadiere Trevisan il quale, sulle orme del famoso “Tenente Sheridan”, scioglierà la matassa di questo “Mistero” che mistero non è, ma… ci prepara, ancora una volta, al sorriso.

Per maggiori informazioni Armonia (fonte delle info e foto qui sopra)

Torna la stagione teatrale dell’Armonia il 14,15,16 e 21,22,23 gennaio con:

SCHELETRI IN SCATOLA

testo e regia di Paola Pipan

Una misteriosa morte sconvolge la quiete di “Pigna Secca del Carso”, un’onorata casa di riposo. Morte naturale o atroce delitto? Il dubbio si insinua fra gli arzilli ospiti mettendo a nudo un complicato intreccio di legami e segreti dove ognuno non è quello che sembra. Spetterà ad un improbabile Poirot nostrano, tra colpi di scena e situazioni paradossali ed esilaranti, di sbrogliare l’intricata matassa e di riportare la quiete. Però, con una consapevolezza in più. La commedia ci ricorda che gli anziani sono la nostra memoria che si rinnova nel presente e nel futuro: un valore inestimabile di cui spesso purtroppo ci si dimentica.

Per maggiori informazioni sullo spettacolo L\’Armonia (fonte delle info e foto qui sopra)

“L’ARMONIA – Associazione tra le Compagnie Teatrali Triestine” prosegue senza sosta la sua attività di promozione e organizzazione di manifestazioni sul territorio. E’ questa la volta della nuova edizione del “Festival Internazionale AVE NINCHI Teatro nei Dialetti del Triveneto e dell’Istria” che per il 18° anno consecutivo si propone al pubblico quale tradizionale appuntamento ad ingresso gratuito delle festività, grazie anche al contributo della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia.

Si è svolta lunedì 29 novembre la conferenza stampa presso la Sala Azzurra del Palazzo del Consiglio Regionale ospiti del Presidente della Commissione Cultura della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia Piero Camber.

Il Festival da l’anno scorso ha raddoppiato la sua sede, ovvero oltre al cartellone che andrà in scena dal 4 al 19 dicembre 2010 sul consueto palcoscenico del Teatro MIELA di Trieste, ci sarà la Sezione del Festival ad Aurisina (visto il successo delle edizioni estive) che prevede l’allestimento di 2 commedie presso la Palestra Comunale l’ 8 e 9 gennaio 2011, grazie al contributo del Comune di Duino Aurisina.

Anche questa edizione del “Festival Internazionale AVE NINCHI” sarà arricchita dalle due tradizionali iniziative collaterali ovvero TEATRINOSALOTTO GIOTTI e ci sarà inoltre un evento speciale intitolato “CENTO VOLTE JOLE” dedicato a Jole Silvani a cento anni dalla nascita.

Il Festival quest’anno prevede una raccolta di fondi a favore dell’Associazione I GIRASOLI onlus che si interessa del sostegno ai ragazzi portatori di handicap mentale.

Il Festival nasce nel 1993 per il desiderio de L’ARMONIA di incontrare il Teatro amatoriale del Triveneto e dell’ Istria, di quei territori cioè più vicini a Trieste e accomunati da quella famiglia di linguaggi riconducibili all’influenza della Lingua di Venezia, che costituiscono il gruppo linguistico numericamente più consistente di tutta l’Italia.

Dal 1997 il Festival è stato dedicato con affetto alla memoria dell’attrice Ave Ninchi, figura intramontabile del Teatro e del Cinema italiano che aveva scelto Trieste come dimora dopo il ritiro dalle scene. Ave si era avvicinata alle Compagnie teatrali de L’ARMONIA diventandone Presidente onoraria sin dal 1989.

A ricordo dell’attrice ogni anno viene assegnato il “Premio AVE NINCHI” al miglior interprete del Festival, un riconoscimento che ha il merito, inoltre, di essere consegnato da Marina Ninchi (figlia di Ave) che segue con interesse ed affetto l’attività de L’ARMONIA.

Il “18° Festival Internazionale AVE NINCHI” vedrà, per questa edizione, un aumento della presenza delle formazioni teatrali-amatoriali-dialettali partecipanti da 6 a 9 Compagnie, scelte da una apposita Commissione, tra quante hanno presentato domanda di partecipazione al Festival la scorsa estate.

Nell’esaminare i testi in dialetto giuliano, istriano o veneto che sono giunti alla Segreteria dell’ Festival,  straordinariamente  numerosi  quest’anno,  la Commissione selezionatrice ha preso in considerazione: la riscoperta delle tradizioni popolari, la salvaguardia degli idiomi locali e lo spessore culturale ed artistico dei Gruppi Teatrali e delle opere presentate. L’intento è stato quello di dare vita ad un Cartellone variegato che rappresenti al meglio il panorama teatrale amatoriale – dialettale del Triveneto e dell’Istria presente sulle scene in questo 2010.

L’importanza del “Festival Internazionale AVE NINCHI Teatro nei Dialetti del Triveneto e dell’Istria” sta nel fatto che la parlata veneta rappresenta una famiglia di dialetti viva e profondamente radicata nella cultura della grande maggioranza della gente delle nostre terre, per le quali il Teatro, come già avvenuto in passato con grandissimi autori, continua ad essere un momento vivissimo.

Nel complesso la manifestazione consente a “L’ARMONIA” di fornire un contributo mirato alla salvaguardia ed allo sviluppo delle tradizioni affinché non vadano perdute con il tempo, ma si rinnovino, grazie a questi incontri che sono fonte di un vivace scambio culturale.

“18° Festival Internazionale AVE NINCHI” prenderà il via:

sabato 4.12.2010, ore 20.30, il primo appuntamento con il Festival sarà con il Gruppo Teatrale CAORLOTTO – F.I.T.A. (Caorle – VE) e la commedia brillante “MISSIONE DAL PARADISO (Come indressar ‘na vedova)” di Antonella Zucchini, traduzione, libero adattamento  e regia di Narciso Gusso.

Seguirà poi domenica 5.12.2010, ore 17.30, la Compagnia PROPOSTA TEATRO COLLETTIVO – F.I.T.A. (Arquà Polesine – RO) con “IL TUTORE IN BALANZA ovvero LA PUPILLA RITROVATA” commedia in tre atti liberamente tratta da lavori di Carlo Goldoni, sceneggiatura e regia di Giorgio Libanore.

Mercoledì 8.12.2010, ore 17.30, ancora un appuntamento con il teatro goldoniano, infatti sarà la volta  della commedia “LE BARUFFE CHIOZZOTTE”messa in scena dalla Compagnia TEATRONOVO CHIOGGIA – F.I.T.A. (Chioggia – VE) regia di Giuliano Sancin.

Sabato 11.12.2010, ore 20.30, il palcoscenico del Teatro MIELA ospiterà la Compagnia Teatrale QUEI DE SCALA SANTA – F.I.T.A. (Trieste) con la commedia divertente “INTRIGO” da Leo Lenz, adattamento in dialetto triestino di Marisa Gregori e Silvia Grezzi, regia di Silvia Grezzi.

Domenica 12.12.2010, ore 17.30, doppio appuntamento con il teatro istriano saranno di scena la Filodrammatica della Comunità degli Italiani di Matterada (Croazia) con la commedia “GAETANO” di Angelo Rojo Marisciotti, regia di Vlado Rota e, a  seguire, la Filodrammatica della Comunità degli Italiani “Pasquale Besenghi Degli Ughi” di Isola (Slovenia) con la commedia “ODISSEA ISOLANA” testo e regia di Ruggero Paghi.

Domenica 19.12.2010, ore 17.30, il palcoscenico del Teatro MIELA ospiterà la Compagnia Vittoriese del TEATRO VENETO – F.I.T.A. (Vittorio Veneto – TV) con la commedia “…E GIUDITTA APRI’ GLI OCCHI…” di Carlo Lodovici, regia di Dario Canzian.

Per la Sezione del Festival ad Aurisina, realizzata anche grazie al contributo del Comune di Duino Aurisina e della Pro loco Mitreo, gli appuntamenti che avranno luogo presso la Palestra Comunale di Aurisina saranno i seguenti:

Sabato 8.01.2011, ore 20.30,  L’ARMONIA ospiterà la COMPAGNIA DEI GIOVANI – F.I.T.A. (Trieste) con “TUTTO CECCHELIN IN 90’” recital di e con Alessio Colautti, al pianoforte il maestro Carlo Tommasi.

Domenica 9.01.2011, ore 18.00, ultimo appuntamento del Festival, sempre ad ingresso gratuito, la Compagnia Teatrale LA STROPULA del Circolo ACLI “San Giovanni XXIII” di San Nicolò (Monfalcone – GO) con “ANGELINO SPACABISI” commedia brillante in dialetto bisiaco testo e regia di Luciana Ricchi.

Le tradizionali iniziative collaterali TEATRINOSALOTTO GIOTTI e l’evento speciale saranno così programmati:

Sabato 18.12.2010, alle ore 10.00, con una replica straordinaria alle ore 11.30 viste le richieste, ritorna TEATRINO la sezione del Festival dedicata questa volta alle Scuole Elementari (classi: III, IV e V) e Scuole Medie (classe: I) della provincia di Trieste che potranno assistere gratuitamente (prenotazione telefonica al n° 040.660428 fino ad esaurimento posti) allo spettacolo  “MAMA XE SEMPRE MAMA” di Gianfranco Pacco, realizzato dal Gruppo Teatrale BANDABLANDA dell’ Associazione AMICI DI SAN GIOVANNI – F.I.T.A. (Trieste), regia di Nevio Eramo e Gianfranco Pacco.

La sera di Sabato 18.12.2010, alle ore 20.30, ritorna per il quattordicesimo anno consecutivo il SALOTTO GIOTTI un appuntamento che, grazie anche all’apporto del  poeta

Claudio Grisancich, si è consolidato come osservatorio sulla tradizione e sui nuovi orientamenti dell’espressione artistica in dialetto triestino e sugli autori della nostra città. Quest’anno il SALOTTO GIOTTI è intitolato “TRIESTE NEL TEATRO DI OSVALDO MARIUTTO” a cura del Gruppo Teatrale IL GABBIANO – F.I.T.A. (Trieste) una occasione per ricordare l’amico, fra i soci fondatori de L’ARMONIA, ad un anno dalla prematura scomparsa.

Giovedì 9 dicembre 2010 all’Auditorium del Museo Revoltella (Via Diaz, 27 – Trieste), ad ingresso gratuito, si terrà l’evento speciale realizzato grazie alla collaborazione della famiglia Cecchelin e la co-organizzazione con l’ ASSESSORATO ALLA CULTURA DEL COMUNE DI TRIESTE dal titolo “CENTO VOLTE JOLE” incontri e spettacoli per celebrare i 100 anni di Jole Silvani.

Alle ore 18.00 presentazione del libro “JOLE SILVANI la soubrette amata da Angelo Cecchelin, Paolo Poli e Federico Fellini” di Guido Botteri (Comunicarte Edizioni) a seguire il monologo “MIA CARA NIOBE Jole Silvani vista e raccontata da Angelo Cecchelin” testo di Guido Cecchelin e Alessio Colautti, con Alessio Colautti. Alle ore 20.45 lo spettacolo “BUON COMPLEANNO JOLE” di Paolo Dalfovo e da “IL TRIESTIN IN CAREGA” di Jole Silvani, con Michela Vitali, il maestro Toni Kozina e gli attori de L’ARMONIA, regia di Paolo Dalfovo.

Il “18° Festival Internazionale AVE NINCHI” si svolgerà con il Contributo ed il Patrocinio della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, del Comune di Duino Aurisina e della Pro loco Mitreo e con il Patrocinio del Comune di Trieste e della Provincia di Trieste.

Fonte:comunicato stampa Armonia

Continua la stagione del teatro in dialetto triestino Armonia il 26,27 e 28 novembre e il 3,4 e 5 dicembre con:

NO XE BEL QUEL CHE XE BEL, MA XE BEL QUEL CHE…”

da “Il passo della pantera” di Aldo Nicolaj,

adattamento in dialetto triestino e regia di Riccardo Fortuna.

Gruppo Teatrale IL GABBIANO (F.I.T.A.)

E’ verosimile che un uomo, alla conquista della donna di cui è innamorato, si trovi a dover mettere in discussione la sua virilità? A ritmo incalzante e rocambolesco si dipana (o ingarbuglia?) la storia di Dario che, nel gioco amoroso, pur di conquistare Vanda, accetta di travestirsi da donna e si trova a dover reggere il “gioco” un po’ troppo a lungo, in un susseguirsi di equivoci e spassose situazioni di scambi di ruolo e di femminilità e mascolinità messi in discussione! E’ una vicenda nella quale il gioco delle parti in cui i personaggi si muovono, finisce per far smarrire, anche allo spettatore, il senso di ciò che è e di ciò che appare. E posto che “le donne provengono da Venere e gli uomini da Marte”, arriva così il finale a sorpresa, in cui, seppur posto in modo leggero e divertente, il gioco di ruoli che ha permeato tutta la rappresentazione ha la meglio, lasciando il pubblico ed i personaggi a chiedersi qual è il confine fra…. Venere e Marte!
A interpretare “NO XE BEL QUEL CHE XE BEL, MA XE BEL QUEL CHE…” sono: Monica Parmegiani, Roberto Creso, Paolo Cesen, Claudio Zatti e Cristina Primavera.
Mastro rammentatore: dott. Giorgio Dendi. Ago e filo: Graziella Carlon. Un ringraziamento a Giulia Zuccheri per gli abiti d’epoca. Dettagli scenografici: Pierre Qualizza. Luci e fonica: Igor Visentini ed Enrico Martini. Regia di Riccardo Fortuna.

Fonte: opuscolo cartaceo dell’Armonia

fonte immagine


Seguici su TWITTER

Seguici su FACEBOOK

DOVE SONO I TEATRI???

Archivio

luglio: 2020
L M M G V S D
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  

VISITE

iscrizione a Paperblog