Trieste…che spettacolo!

Posts Tagged ‘anticipazione

Domani 7 aprile al Politeama Rossetti alle ore 21.00:

FIORELLA MANNOIA!

Anticipato dal primo singolo che dà il titolo al disco, venerdì 27 novembre è stato pubblicato “Ho Imparato a Sognare”, il nuovo album di Fiorella Mannoia  la voce ed il controcanto femminile di una canzone d’autore storicamente declinata al maschile.
Il nuovo progetto discografico, che contiene anche un dvd con una versione inedita del brano “Sally” di Vasco Rossi, registrata insieme a un quartetto d’archi, arriva ad un anno di distanza dall’uscita de “Il movimento del dare”, l’ultimo disco di inediti della Mannoia.
Attualmente è in rotazione nei network radiofonici il secondo singolo “Estate”, brano firmato dai Negramaro e proposto in un’originale reinterpretazione della voce più amata della canzone italiana.

Questa la tracklist di “Ho imparato a sognare”: “Le tue parole fanno male” (Cesare Cremonini), “Ho imparato a sognare” (Negrita), “Cercami” (Renato Zero), “La paura non esiste” (Tiziano Ferro), “Estate” (Negramaro), “E penso a te” (Lucio Battisti), “Mimosa” (Niccolò Fabi), “La pioggia che va” (The Rokes), “C’è tempo” (Ivano Fossati), “Giornata uggiosa” (Lucio Battisti) con 2 bonus track: “Caffè nero bollente” e “L’amore si odia” (cantata con Noemi).

“In questo nuovo disco ci sono le canzoni “degli altri” – racconta Fiorella Mannoia – quelle che ho cantato durante i miei concerti in questi ultimi due anni e quelle che avrei scelto di cantare nei concerti a venire. La mia natura di interprete rende naturale il confronto con le canzoni altrui, è divertente e stimolante.”

Dopo l’album è la volta di “Acoustic Tour”, la nuova tournee che partirà il 27 marzo dal Teatro Regio di Parma e porterà la celebre artista nei principali teatri della penisola italiana sino alla fine di maggio.
L’unico appuntamento previsto in Friuli Venezia Giulia andrà in scena mercoledì 7 aprile nella suggestiva cornice del Politeama Rossetti di Trieste.
Fiorella Mannoia accompagnata dalla sua band: Lele Melotti (batteria), Carlo Di Francesco (percussioni), Nicola Costa (chitarre), Fabio Valdemarin (pianoforte), Alfredo Paixao (basso) e da un quartetto d’archi arrangiato da Marcello Sirignano, oltre al suo immenso repertorio proporrà molte sorprese con interpretazioni inedite.

Interi € 57.50 € 57.50 € 51.75-€ 46.00 € 40.25-€ 34.50 € 15.00
Ridotti € 55.00 € 55.00 € 50.00-€ 44.00 € 39.00-€ 33.00
Annunci

Da domani al 31 marzo al Politeama Rossetti:

“YOU’ RE A GOOD MAN, CHARLIE BROWN”

Di:Author: libretto di Clarck Gesner
traduzione di Michael Anzalone
Scene:Set: Emanuele Marzocchi, Giulia Fabbri
Musiche:Music: e liriche di Clarck Gesner
Regia:Director: Shawna Farrell – coreografie di Marcello Fanni
Produzione:Production: Bernstein School of Musical Theatre di Bologna
Interpreti:Starring: gli allievi della Bernstein School of Musical Theatre di Bologna
Riccardo Bartoletti, Beatrice Berdini, Emilia Briano, Agnese Brighittini, Valeria Camici, Daniela Coppola, Alessandra Devilla, Claudia Di Filippo, Celeste Distefano, Giulia Fabbri, Daniel Favento, Salvatore Marchione, Emanuele Marzocchi, Arianna Melis, Francesca Nobili, Marco Pasquini, Ilaria Tarozzi, Salvador Axel Torrisi
al pianoforte Maria Galantino
alla batteria Filippo Mignatti
Repliche:Performances: 2

Primo musical ispirato ai personaggi dei Peanuts e alle relative strisce a fumetti create da Charles Schultz.
Interamente scritto e musicato da Clarck Gesner (interessante autore che, a parte questo lavoro, non ha trovato molta fortuna nel campo del musical) lo show ha ottenuto uno straordinario successo di pubblico e critica. Dopo ben 1597 repliche nell’0ff Broadway, ha avuto un lungo tour americano durato quattro anni e fino ad oggi continua ad essere prodotto frequentemente da compagnie professionali e amatoriali di tutto il mondo. L’ultimo importante revival per Broadway  risale al 1999 con nuove canzoni aggiunte e con protagonisti i bravi Anthony Rapp e Kristin Chenoveth. La Chenoveth fu scritturata per il personaggio di Sally, la pestifera sorellina di Charlie, inserito solo in  quest’ultima versione. Nel 1973 è stato prodotto anche un adattamento televisivo. La trama si basa sulle semplici e ironiche avventure del bambino Charlie Brown e del suo piccolo gruppo di amici. Questi bambini hanno pregi e difetti diversi: c’è la sarcastica Lucy, il complessato Linus (con la sua inseparabile coperta); Patty, la maschiaccio del gruppo e Schroderer, il piccolo pianista prodigio. A far da contr’altare al mondo umano c’e’ poi Snoopy, il cagnolino di Charlie, convinto di essere un eroe della seconda guerra mondiale in perenne lotta col nemico giurato Barone Rosso. Prima del debutto teatrale, la  score era stata pubblicata in un fortunato concept album. Le canzoni (in uno stile misto tra pop e jazz) sono tutte molto piacevoli e vivaci. Tre le migliori: la trascinante canzone d’apertura che da titolo allo spettacolo, la spiritosa Snoopy, la sognante The Kite, l’immancabile show-stopper stile Broadway Suppertime e la tenera ballad corale Happines. Da segnalare anche la comica My New  Philosophy, canzone aggiunta per il personaggio di Sally nel revival del 1999. La messa in scena originale si avvaleva delle ottime coreografie di Patricia Birch, per il resto l’intrattenimento era esclusivamente affidato al talento e affiatamento dei componenti del cast che  agivano su un piccolo palco privo di grandi scenografie e con costumi alquanto semplici e quotidiani. Nel 1982, sempre nell’Off Broadway, ha debuttato un altro simpatico musical basato sui Peanuts scritto da Larry Grossman e Hal Hackaday: Snoopy.

Interi € 20.00
Ridotti € 15.00
ABB. STELLE
Tutti i settori 1*

Da domani al 31 marzo al Politeama Rossetti

“ANGELS IN AMERICA. FANTASIA GAY SU TEMI NAZIONALI. PRIMA PARTE: SI AVVICINA IL MILLENNIO”

Autore: Tony Kushner
Regia: Elio De Capitani, Ferdinando Bruni
Compagnia/Produzione: Teatridithalia
Cast: Elio De Capitani, Elena Russo Arman, Cristina Crippa, Ida Marinelli, Cristian Maria Giammarini, Edoardo Ribatto, Fabrizio Matteini, Umberto Petranca scene di Carlo Sala costumi di Ferdinando Bruni video Francesco Frongia luci di Nando Frigerio suono di Giuseppe Marzoli

Descrizione
Angels in America, saga provocatoria e commovente, composta in due parti: Si avvicina il millennio e Perestroika. La prima parte, coprodotta da ERT e da Teatridithalia, ha debuttato con successo al Teatro delle Passioni di Modena nel maggio 2007. La seconda parte, Perestroika, debutterà nell’ottobre 2009 al Festival Vie, Scena contemporanea di Modena.
Il sottotitolo esplicito, Fantasia gay su temi nazionali, non sintetizza tutta la ricchezza dell’opera di Tony Kushner e la complessità dei suoi personaggi: l’autore sa infatti indagare il tema dell’identità in profondità, sondandone tutte le componenti, razziali, religiose e culturali, e riesce a dipingere un mondo – il nostro – nel quale gli esseri umani faticano disperatamente a riconoscersi e accettarsi con consapevolezza e dignità.

(…) Si sovrappongono dunque le situazioni intime e i dialoghi, in uno spettacolo ricco di fantasia e voglia espressiva che supera i vincoli ambientali, importa fantastiche visioni registrate e ridondanti sonorità. E per una volta si può contare su un’adesione interpretativa di felice compattezza» Franco Quadri, una fra le voci più autorevoli della critica italiana, ha recensito molto positivamente Angels in America, testo di Tony Kushner che Ferdinando Bruni ed Elio De Capitani hanno allestito per Teatridithalia.
Al suo esordio americano, lo spettacolo si è rivelato un vero “bestseller” teatrale ed ha ottenuto una moltitudine di premi (la versione televisiva aveva addirittura Al Pacino fra i protagonisti): stesso destino per l’edizione italiana che ha raccolto molti riconoscimenti, fra cui spiccano i prestigiosi Premi Ubu, Hystrio, ANCT e l’ETI-Olimpici del Teatro.
La saga che Kushner concepisce, guarda al clima di profonda incertezza e di confusione degli anni Ottanta: ma presto si comprende come la crisi delle identità politiche, etniche, sessuali, religiose al centro del testo abbia avuto echi molto successivi e sviluppi cui tuttora stiamo assistendo.
Uno spettacolo forte, dunque, incisivo, che è molto più di una “fantasia gay su temi nazionali”, come provocatoriamente suggerisce il sottotitolo.
Angels in America mette in scena la vita di due coppie: la relazione gay fra Prior Walter, malato di Aids, e Louis Ironson e quella fra l’avvocato mormone Joe Pitt e Harper, la sua fragile moglie. A tali storie s’intrecciano quelle del faccendiere Roy Cohn e di un ex travestito, Belize, ora infermiere. Esistenze che rappresentano il melting pot contemporaneo e la disperata fatica degli esseri umani a riconoscersi ed accettarsi con consapevolezza e dignità.
Interi Pl.A € 29.00 Pl.B € 29.00 Pl.C € 21.00 Gal. € 16.00
Ridotti Pl.A € 24.00 Pl.B € 24.00 Pl.C € 17.00 Gal. € 13.00
Abb. stelle 2* 2* 1* 1*

Seguici su TWITTER

Seguici su FACEBOOK

DOVE SONO I TEATRI???

Archivio

novembre: 2017
L M M G V S D
« Apr    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930  

VISITE

iscrizione a Paperblog