Trieste…che spettacolo!

Posts Tagged ‘io ettore petrolini

OGGI, 7 APRILE, ALLE 17.30 AL CAFÈ ROSSETTI
INCONTRO SU ETTORE PETROLINI
--------------
È in programma domani alle ore 17.30 al Cafè Rossetti un incontro su
Ettore Petrolini a cura del critico teatrale Giovanni Antonucci.
Interverrà Antonello Avallone, protagonista dello spettacolo
"Io, Ettore Petrolini" in scena fino a domenica 11 aprile alla
Sala Bartoli.

L'incontro è a ingresso gratuito fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Ancora solo fino a domenica 11 aprile al Politeama Rossetti (sala Bartoli)

“IO ETTORE PETROLINI”

Di:Author: Giovanni Antonucci
Scene:Set: Red Bodò
Costumi:Costumes: Red Bodò
Musiche:Music: Pino Cangialosi
Regia:Director: Francesco Branchetti

Produzione:Production: Compagnia di prosa “Il Punto”

Interpreti:Starring: Antonello Avallone
Repliche:Performances: 6

Giovanni Antonucci, docente universitario di Storia del Teatro, drammaturgo, regista, critico de Il Tempo e ora de Il Giornale, è un valido studioso (ha al suo attivo una vastissima produzione scientifica), vero esperto, fra l’altro, di Ettore Petrolini di cui ha curato l’edizione più completa e fortunata delle opere. Intrecciando la sua cultura di studioso alla scuola drammaturgica, dedica ora un testo teatrale al grande attore e autore romano, con l’intenzione di tracciarne un obiettivo ritratto, difendendolo da quel diffuso e fuorviante clichè di comico romanesco con cui troppo spesso lo si connota. Petrolini era infatti molto di più, e il lavoro di Antonucci gli restituisce spessore artistico, umano, di costume.
La piéce, affidata all’espressività decisa di Antonello Avallone diretto da Francesco Branchetti, racconta dunque il Petrolini irresistibile narratore di facezie, barzellette, “colmi”– come egli li chiamava – ma anche l’artista che sapeva domare lo scostante uditorio dei café chantant. Fa luce sull’attore che conquistava la critica uscendo dalla convenzionalità delle vecchie macchiette, che era amato dai futuristi e che raccontava con le proprie parodie una sgradevolezza e una crisi latenti nella società coeva, traducendo in stile l’irrisione violenta.
Contemporaneamente lo spettacolo tratteggia l’uomo-Petrolini, nel suo intenso rapporto con Roma, città che gli ha dato i natali e dove il destino familiare lo avrebbe voluto fabbro, come il padre, o falegname, come il nonno.
Se non fosse stato per quella passione per il teatro che lo portò sì a forgiare e scolpire – ma con le parole, con i moti nervosi del suo fisico dinoccolato – un soggetto del tutto speciale: la storia e le figure di certa Italia di primo Novecento.

MAR 6 aprile – h. 21.00 turno LIBERO

MER 7 aprile – h. 21.00 turno LIBERO

GIO 8 aprile – h. 21.00 turno LIBERO

VEN 9 aprile – h. 21.00 turno LIBERO

SAB 10 aprile – h. 21.00 turno LIBERO

DOM 11 aprile – h. 17.00 turno LIBERO

Inizio Prevendita
VEN 5 marzo
pren. abb. gold/platinum

MAR 9 marzo
pren. abbonamento stelle

GIO 11 marzo
vendita biglietti

Durata dello spettacolo
1 ora e 30′ senza intervallo

Interi € 16.00
Ridotti € 13.00

Seguici su TWITTER

Seguici su FACEBOOK

DOVE SONO I TEATRI???

Archivio

luglio: 2017
L M M G V S D
« Apr    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  

VISITE

iscrizione a Paperblog